Porto, Portugal cityscape across the Douro River.
26th novembre 2015

Mangiare a Modo Vostro Nei Dintorni di Porto

 

 

Dai sandwich appetitosi ai vini dolci e vellutati, senza tralasciare i dessert voluttuosi, Porto è il paradiso delle papille. Mangiate e bevete a modo vostro girando per la città con questa guida alle attrazioni culinarie più deliziose:

 

Come affrontare il Francesinha Sandwich

francesinha

La Francesinha tradizionale di Porto

 

«Affrontare» sarà la parola d’ordine qui. La francesinha è un panino dalle proporzioni epiche. Tradotto letteralmente significa Piccola Francese; si dice che la sua ricetta sia stata inventata da un emigrato che tornò dalla Francia negli anni ’60 e volle creare la versione portoghese del Croque Monsieur. Ecco la ricetta. Stretti tra due fette di pane tostato e formaggio gigante troverete prosciutto affumicato, salsiccia e una fetta di bistecca (di bovino o suino), il tutto immerso in un sughetto corretto alla birra. Viene solitamente servita su un letto di patatine e a volte guarnita con un uovo fritto.

La francesinha si trova nei bar e nei ristoranti della città di Porto, ma uno dei posti migliori per provare questa merenda robusta è il Bufete Fase, posto allegro ed economico, che lo ha come unico piatto del menu. Per assaggiare una francesinha in un sobborgo più accattivante, andate nel centro storico, al Majestic Café. Il locale è ritenuto uno dei più belli al mondo. Un tempo luogo di incontro di artisti e scrittori, conserva ancora arredi eleganti, un’atmosfera retrò con i suoi muri a specchio, i candelabri e le decorazioni in marmo. Venite affamati.

Scoprite la storia del Porto

 

Le colline imbiancate e i vicoli della zona di Vila Nova Gaia a Porto sono sede di numerose cantine nelle quali, per pochi spiccioli, potete unire la visita guidata alla cantina a una degustazione dei vini Porto più conosciuti.

 

croft port

Visita della cantina di Porto a Croft

 

 

L’ azienda Croft offre visite guidate alla cantina tutto l’anno, e include la degustazione di tre vini Porto: Croft Rosè, Riserva e Invecchiato 10 anni.A meno che non viaggiate con un gruppo numeroso, la prenotazione non è necessaria, basta solo presentarsi e unirsi al primo tour che parte. Ci sono visite ogni 40 minuti e costano 5€ per adulto, inclusa la degustazione.

Riassunto del Porto

Nella valle del Douro si produce vino da oltre 2000 anni. Le origini del vino Porto sono molto più recenti e possono essere fatte risalire al 1700, epoca in cui i mercanti inglesi iniziarono ad aggiungervi brandy per conservare il vino da esportare. In soldoni In poche parole, il Porto è un vino rosso dolce che contiene alcol aggiunto (brandy) per preservarne l’invecchiamento.

Il processo in atto nella produzione del Porto prevede che il vino non raggiunga la completa fermentazione, ma che questa venga bloccata dall’aggiunta del 30% di brandy, quando viene raggiunto il livello ideale di zucchero, prima di iniziare un invecchiamento di almeno due anni.Ci sono sei tipi principali di Porto, a seconda della durata del loro invecchiamento:

  • Porto Vintage: Generalmente invecchiato 2 anni in botte prima di essere imbottigliato e lasciato invecchiare tra i 10 e i 50 anni in bottiglia.
  • Late Bottled Vintage Port:Invecchiato dai 4 ai 6 anni in botte prima di essere imbottigliato.
  • Porto Tawny:Invecchiato minimo 3 anni in botte, ma può essere tenuto ovunque tra i 10 e i 40 anni.Si raccomanda di berlo subito dopo l’imbottigliamento.
  • Porto Colheita:Un porto vintage invecchiato molti anni in botte prima di essere imbottigliato e consumato appena dopo.
  • Porto Bianco:Un porto fatto con uve bianche, è una bevanda estiva rinfrescante, servita con acqua tonica e ghiaccio.
  • Porto Rosè:Un porto fatto in stile rosè.

Soddisfa la parte dolce del palato

miss pavlova

Dolci leccornie da due delle pasticcerie più famose di Porto: Miss Pavlova e La Copa

 

Se Lisbona è famosa per le sue crostatine alla crema pasticciera Pasteis de Nata, friabili e che si sciolgono in bocca, Porto è la pioniera di dessert paradisiaci grazie a bar come Miss Pavlova e gelaterie come La Copa, che guidano il gruppo. La pasticceria Miss Pavlova è l’ultima intuizione dell’autoctona Ana Maio, che ha visto la sua impresa passare da un forno con sede virtuale sui social media a un negozio vero e proprio situato a Porto, in Rua do Almada.Invece, La Copa si fa onore producendo gelati fatti in casa e offrendo calorosa accoglienza.Il flusso inarrestabile di clienti che entrano ed escono dalla sua terrazza al sole sono la prova della sua spettacolarità.

Non ci sono scuse per trattenervi. Le colline scoscese e ciottolose di Porto vi offrono più che altrove il modo di fare attività fisica e bruciare tutto l’eccesso di calorie che accumulerete.

Ultimamente siete stati a Porto? Avete un ristorante o un locale preferito da raccomandare ad altri? Lasciate un commento qua sotto e dispensate i vostri consigli!

 

Fiona Hilliard

Fiona Hilliard

Leave a Comment